• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Tinta per capelli: come scegliere la migliore per te?

Ci sono varie motivazioni per cui si sceglie di ricorrere alla tinta per capelli, modificando così il proprio colore naturale. L’importante è avere tutti gli strumenti per poter compiere delle scelte oculate e delle quali non doversi pentire. Questo vale sia per quanto riguarda la nuance che andrà a colorare la propria capigliatura sia per la qualità del prodotto.

Quale nuance di tinta per capelli scegliere?

Ormai, tanto in commercio quanto presso i saloni di hair-styling, è possibile trovare centinaia di sfumature diverse per quanto riguarda le colorazioni per capelli. Senza contare la possibilità di abbinarle e mescolarle, per realizzare effetti sfumati o personalizzati. Come andrebbe scelta la tinta perfetta per valorizzare al meglio i propri capelli e il proprio viso? Dipende da diversi fattori.

Tingere i capelli per nascondere i fili bianchi o argentei

Se la scelta di tingersi i capelli dipende dal fatto che sono apparsi i primi bianchi, è importante scegliere una colorazione quanto più simile possibile al proprio colore naturale. In questo modo si ottengono due grandi vantaggi. Il primo è una copertura perfetta fin dalla prima applicazione senza necessità di effettuare continui ritocchi sulla ricrescita. Il secondo è che il risultato finale sarà talmente genuino che nessuno si accorgerà della tintura e, semplicemente, si avrà un aspetto più luminoso e giovanile.

Cambiare look

In altri casi, invece, si desidera tingere i capelli perché si ha voglia di cambiare aspetto, di rinnovarsi, di trasformare la propria immagine fino a farla combaciare perfettamente con la personalità che si percepisce in un determinato periodo della propria vita. Quand’è così si possono fare due scelte: mantenere la propria base naturale e giocare con schiariture, contrasti e sfumature oppure cambiare del tutto colore. Quando si tratta di scegliere una nuance completamente nuova si tende a dare le seguenti linee guida: colori caldi come il mogano, il castagna, il biondo scuro, il miele o il cannella per le carnagioni ambrate e rosate e colori freddi come il nero, il rosso acceso o il biondo platino per le carnagioni bianche o, comunque, molto chiare. Questo è un consiglio valido per chi desidera ottenere un risultato finale molto armonioso, elegante, discreto e naturale. Nulla vieta di osare e giocare con i contrasti: pensiamo a una carnagione bianchissima valorizzata da una chioma corvina o nero-blu, oppure a un volto olivastro addolcito e messo in risalto da capelli biondissimi, quasi bianchi o addirittura argento. Un azzardo, forse, ma di grande impatto. Un’ottima scelta per chi ama stupire, per le personalità camaleontiche e per coloro che non hanno paura di mettersi in gioco e andare contro-corrente.

La qualità è importante almeno quanto la nuance

Quando si decide di tingersi i capelli, giustamente, ci si focalizza molto sulla scelta della nuance o delle colorazioni da abbinare e miscelare per ottenere il proprio colore dei desideri. C’è un’altra cosa, però, alla quale bisognerebbe fare estremamente attenzione: la qualità del prodotto. Se ci si affida a parrucchieri professionisti si va assolutamente sul sicuro. Sarà l’hair-stylist stesso a valutare la consistenza e le caratteristiche del capello e ad optare per la tinta più adatta, che garantisca un’ottima resa ma anche la totale sicurezza per la chioma e il cuoio capelluto.