• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Bottleneck bang: la frangia di tendenza

Bottleneck bang: la frangia che sta facendo impazzire tutte

Negli ultimi tempi le tendenze in fatto di capelli sono sempre più all’avanguardia e mixano da un lato la tradizione e dall’altra l’innovazione. Una delle mode del momento è sicuramente la frangia: quest’ultima infatti addolcisce i tratti del viso e lo rende più armonioso ed equilibrato. Una delle tipologie di frangia più amate ultimamente è sicuramente la frangia a collo di bottiglia, chiamata anche bottleneck bang. Si tratta di una via di mezzo tra la frangia classica e quella a tendina ed è molto versatile poiché riesce ad adattarsi bene a qualunque viso. A seconda della lunghezza e di come viene tagliata infatti, la frangia a collo di bottiglia sta bene sia alle donne con viso ovale, che quadrato oppure allungato. L’importante naturalmente è saper dosare bene i volumi e le proporzioni, facendo attenzione anche al tipo di capello. Proprio grazie alla sua capacità di adattarsi a ogni volto, la bottleneck bang sta diventando un vero e proprio must have non solo tra le ragazze più giovani ma anche tra le donne adulte.

Bottleneck bang: in cosa consiste la nuova tendenza

Non tutte le frange sono uguali: ciò che apparentemente potrebbe sembrare simile, infatti, in realtà cela molte diversità che possono fare la differenza. È questo il caso della frangia a collo di bottiglia, che somiglia alla frangia a tendina ma a differenza di quest’ultima è decisamente più corposa. La bottleneck bang si ispira agli anni Settanta, periodo nel quale erano molto di moda le curtain bangs. La denominazione di questo tipo di frangia invece è stata attribuita da un hairstylist inglese chiamato Tom Smith, che le ha attribuito questo nome dal momento che la frangia ricorda il collo di una bottiglia. Questa acconciatura infatti è caratterizzata dalla parte superiore decisamente più stretta mentre man mano che si procede verso il basso si allarga gradualmente. Di solito la frangia a collo di bottiglia ha una lunghezza che arriva fino ai gomiti ma è possibile anche renderla più corta a seconda della forma del viso e dei gusti personali. Generalmente la bottleneck bang presenta una parte centrale più corta e piena mentre resta più lunga ai lati. In questo modo le lunghezze permettono di incorniciare il viso e di renderlo più dolce e armonioso. Inoltre, la frangia a collo di bottiglia si può realizzare su tutti i tipi di capelli, ma il risultato ottimale si otterrà sui capelli lisci e spessi.

A chi sta bene la frangia a collo di bottiglia

La frangia a collo di bottiglia si può realizzare sia sui capelli sottili che su quelli più folti: naturalmente su questi ultimi si avrà un effetto migliore dal momento che la bottleneck bang risulterà più piena. Tuttavia anche le donne con capelli sottili possono realizzarla poiché il risultato finale non dovrà essere come quello di una frangia tradizionale. Inoltre, la frangia a collo di bottiglia può dare vita a tantissimi look molto alla moda: se lasciata leggermente spettinata creerà un effetto molto cool che darà l’idea di un’acconciatura volutamente disordinata. La bottleneck bang poi può essere realizzata sia sui capelli lunghi, sia su quelli di media lunghezza sia sui capelli corti. Molte donne ritengono che i capelli corti non possano essere femminili ma in realtà non è affatto così: con la bottleneck bang anche i capelli corti potranno essere sensuali e catturare l’attenzione. Uno dei vantaggi principali di questo tipo di frangia è sicuramente la poca manutenzione: a differenza della frangia classica, quella a collo di bottiglia tende a crescere molto poco. Nel caso in cui dovesse crescere troppo è comunque possibile spostarla leggermente ai lati in modo tale da creare un effetto di grande tendenza.