• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 13:00

  • Mercoledì

    09:00 - 20:00

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Venerdì

    09:00 - 20:00

  • Sabato

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Butterfly Cut: ritorna il taglio Anni ’70 in chiave moderna

Con l’arrivo della bella stagione giunge anche il momento di rinfrescare il proprio taglio di capelli con qualcosa di innovativo. Il mondo del beauty e del hair care tende sempre verso l’innovazione, basandosi anche – e soprattutto – sul gusto del pubblico e su chi ha la capacità di influenzare le persone sul web. Negli ultimi mesi, un taglio di capelli di tendenza è il cosiddetto Butterfly Cut, che è spopolato tra le influencer di successo ed è già diventato il taglio di capelli più amato dalle donne. Ma di cosa si tratta esattamente?

Cos’è il taglio di capelli a farfalla

Il Butterfly cut, o taglio a farfalla, è un taglio scalato di lunghezza media, che riesce a dare volume e allo stesso tempo a rendere i lineamenti del viso molto più armonici. A tal proposito contribuisce la classica frangia a tendina, che addolcisce i tratti del viso, valorizzandoli. Il taglio prende il suo nome proprio dalla scalatura che non conosce mezze misure: il risultato è quello che ricorda una farfalla, o meglio, le sue ali, in particolare sulla parte anteriore. La parte posteriore dei capelli, invece, risulta quella tipica di un qualsiasi taglio scalato.
Le curtain bangs, anch’esse scalate, che scendono delicatamente verso le lunghezze riescono a far sentire sicure di sé soprattutto le donne che non amano osare troppo per quanto riguarda i capelli, in quanto nonostante riescano ad aprire il viso e a renderlo più luminoso, non lo lasciano totalmente scoperto. Anche chi arriva sempre dal parrucchiere con le idee confuse, quindi, non potrà fare a meno del Butterfly cut in questa primavera. Delicato, sensuale e femminile: questi sono i termini con i quali si può descrivere il freschissimo taglio a farfalla che abbiamo già visto su attrici e personaggi pubblici.

Butterfly Cut: capelli ricci o lisci?

Il Butterfly Cut è sicuramente molto più adatto a chi ha i capelli lisci o mossi; infatti, si tratta di un taglio di capelli medio-lungo che prevede la frangia a tendina e leggermente mossa verso l’esterno. Le lunghezze dei capelli, poi, cadono dolcemente in tante onde che donano movimento e volume. Un taglio del genere su dei capelli ricci potrebbe non far ottenere il risultato desiderato, in quanto questo tipo di capello risulta meno “gestibile”. Ovviamente, nulla toglie che chi desidera provare l’acconciatura tipica del taglio a farfalla possa farlo; è importante, però, sapere che l’effetto finale non sarà esattamente lo stesso di una chioma liscia.
Chi ha i capelli molto lisci e fini o una capigliatura non troppo piena, con il Butterfly Cut vedrà un cambiamento netto, proprio perché riesce a donare volume!

Colore dei capelli più adatto al Butterfly cut

Per quanto riguarda il colore dei capelli adatto al Butterfly Cut, non ci sono regole: sia chi ha i capelli chiari, ad esempio di un biondo chiaro o un biondo cenere, sia chi ha i capelli castani scuri o neri può sfoggiare perfettamente questo taglio di capelli alla moda. Con il colore e le varie sfumature puoi sbizzarrirti: opta per un castano chiaro con colpi di sole biondi, oppure per un color cioccolato con riflessi ramati. Qualsiasi sia la tua scelta, il Butterfly Cut saprà valorizzarla al meglio.