• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 19:30

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Ecco come prendersi cura dei capelli dopo il mare

Al ritorno dalle vacanze tutti dobbiamo fare i conti con i danni e lo stress che hanno subito i nostri capelli. Non importa che siano lunghi o corti, sottili oppure no, tinti o naturali, perché il sole, il cloro e i lavaggi molto più frequenti del solito sono delle cause comuni per il loro indebolimento.

Diventa importante, quindi, appena rientrati dalle vacanze, intervenire sia da soli sia dal parrucchiere per risolvere la situazione.
Ogni donna ha a propria disposizione molte alternative, da quelle più tradizionali che ci suggerivano anche le nostre mamme e le nostre nonne a quelle, invece più moderne e innovative.
Il life motive, comunque, è il rispetto del capello: il trattamento più semplice e che forse viene in mente a tutti è il taglio, quella che tutti siamo soliti chiamare la ‘spuntatina’. Questa, infatti, senza stravolgere totalmente il nostro stile, ci consente di eliminare le punte che tendono ad aprirsi e diventano secche ed aride. In tal modo, inoltre è anche possibile eliminare la parte dei capelli in cui sicuramente il colore si sarà maggiormente rovinato.
L’acconciatore, dopo aver analizzato la cute e il capello danneggiato e sfibrato della cliente, è in grado di suggerire i prodotti che più si adattano per iniziare un vero e proprio trattamento di costruzione.

In salone si potrà utilizzare con una certa periodicità una maschera lenitiva decongestionante allo scopo di riequilibrare il cuoio capelluto e permettergli di arrivare in salute al prossimo cambio di stagione. Dopo circa due settimane dal rientro, è possibile impiegare anche dei detergenti specifici per la cute che devono pulire a fondo la pelle per eliminare qualsiasi impurità senza però essere troppo aggressivi.
L’opera dell’acconciatore di fiducia nel Salone di bellezza non è sufficiente, però, soprattutto quando i capelli risultano particolarmente sfibrati e danneggiati. Il corretto comportamento e la loro cura, infatti deve continuare quotidianamente anche a casa.
In primo luogo, potrebbe essere utile assumere degli integratori alimentari specifici per i capelli.
Poi, bisogna porre molta attenzione nella scelta dei prodotti che si utilizzano per lavare e per lo styling dei capelli a casa. Se possibile, si dovrebbero acquistare i prodotti direttamente in Salone, seguendo i suggerimenti e i consigli che un professionista ci potrebbe dare.

Anche alcuni comportamenti possono diventare davvero risolutivi. Prima di utilizzare phon, piastra o spazzola elettrica ci si deve sempre ricordare di applicare degli appositi prodotti termoprotettivi. La temperatura di asciugatura, poi, non deve mai essere troppo elevata e l’asciugacapelli non deve mai essere mantenuto troppo vicino.
Attenzione anche all’utilizzo di elastici o fermagli troppo stretti che possono spezzare i capelli. Se possibile, invece, lasciateli sciolti o, al massimo, raccolti con dei mollettoni o degli elastici in tessuto.

Un aspetto da non trascurare mai, poi, è anche la frequenza di lavaggio. E’ sbagliato, infatti, lavare i capelli ogni giorno, non ce n’è la necessità. Non si dovrebbero mai, infatti superare i tre lavaggi a settimana anche se si ha un capello particolarmente grasso che può apparire sporco.
Infine, non si deve mai avere troppa fretta. E’, infatti, indispensabile rispettare i tempi di posa dei vari prodotti che si impiegano per eseguire i vari trattamenti. Il tempo di contatto e di azione, infatti, tra il capello e il cosmetico è fondamentale perché questo possa svolgere appieno le sue funzioni riparatrici e riequilibratrici.