• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Mercoledì

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Venerdì

    09:00 - 20:00

  • Sabato

    09:00 - 13:00 - 16:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Il sole bacia i…capelli! Le tecniche per schiarire la chioma

Ricordate i colpi di sole? Ecco, resteranno solo un lontano ricordo. Le tecniche per schiarire i capelli e conferire loro quell’effetto luminoso, come se fossero stati baciati dal sole, oggi hanno raggiunto dei livelli altissimi, donando alla chioma riflessi naturali che difficilmente si assocerebbero a una tinta.
Sono tantissime le tipologie di schiariture, dallo shatush di tendenza qualche anno fa, al più contemporaneo balayage, o ancora al degradè.

Old but gold: lo shatush

Qualche anno fa è diventato il protagonista indiscusso delle tendenze per capelli. Stiamo parlando dello shatush, ossia la tecnica di schiaritura che non coinvolge le radici, ma schiarisce a partire dalle lunghezze.
Questa tecnica prevede la decolorazione dei capelli, per poi procedere alla cotonatura prima di andare a stendere il prodotto fino alle punte, lasciando intatte le radici.
La cotonatura è il tratto distintivo dello shatush, perché contribuisce a dare più texture al capello, aiutando così il colore a emergere più luminoso e pieno. Questa tecnica permette di schiarire il proprio colore di ben tre tonalità rispetto a quello naturale, di fatti, solitamente si vira dal castano al biondo, dal nero al cioccolato, dal castano scuro al nocciola. Alcuni, poi, hanno sperimentato portando al limite l’utilizzo di questa tecnica di schiaritura, trasformandola in un modo per sfumare anche da un colore chiaro a un colore più scuro.

L’era del balayage

Una delle ultime tendenze in fatto di schiariture è il famoso balayage. Questa tecnica punta tutto sulla casualità dei colpi di colore, che in questo modo risultano ancora più naturali ed eliminano quell’effetto di colorazione netta. Con il balayage, infatti, le striature vengono disegnate a gusto dell’hair stylist, con il pennello, spatola oppure direttamente con le mani, fino a coprire le sezioni di lunghezze in maniera disomogenea.
Le ciocche vengono sezionate prima di iniziare, così da avere una visione di insieme del risultato finale e il colore può virare su sfumature più chiare o più scure in base al colore naturale di partenza. Il risultato è strabiliante: il colore dei capelli si mescola alla perfezione con le striature del balayage, creando un effetto tridimensionale sulla chioma, che risulta luminosa e piena.
La differenza con lo shatush sta nella tecnica di applicazione. La schiaritura con tecnica del balayage non ha bisogno di cotonare i capelli, ma è sufficiente suddividere in ciocche i capelli che si intendono colorare e uniformare il tutto con tonalizzanti senza ossigeno, per un effetto wow assicurato.

La schiaritura delle star: il degradè

È la tecnica più utilizzata da influencer e celebrities per dare ai capelli il tanto amato effetto sun-kissed, rendendoli naturalmente ricchi di luce.
Questa tipologia di striature parte dalla scelta di due differenti tonalità dello stesso colore, che vengono applicate in zone diverse della testa, così da andare a formare delle sfumature naturali e, dunque, un terzo colore sui capelli.
Questa tecnica è così amata perché l’effetto della mano del professionista è quasi impercettibile alla vista ed è una soluzione che non necessita di essere ravvivata troppo frequentemente. L’effetto ricrescita è praticamente inesistente, perché all’allungarsi dei capelli si allungano anche le striature, mantenendo un effetto del tutto naturale.

E tu, sei pronta a dare una nuova luce alla chioma? Vieni in Salone e lasciati consigliare dai nostri esperti per la schiaritura che più esalta il tuo viso e la tua personalità.