• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Giovedì

    09:00 - 13:00 - 15:30 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Cristian Nanni

Come disfarsi dei capelli elettrici

I capelli elettrici, specialmente durante la stagione invernale, sono un problema per tantissime donne. Quanto volte vi siete ritrovate con un’acconciatura perfetta rovinata dall’eccessiva carica elettrostatica condensata nei vostri capelli? Con l’articolo di oggi scopriamo qualche trucco per liberarci una volta per tutte di questo problema!

Perché i capelli diventano elettrici?

Iniziamo dalle cause di questo fenomeno. L’inverno, con le temperature basse, ci porta a indossare abiti più pesanti, spesso realizzati con il materiale più isolante in circolazione: la lana. Questo prezioso elemento, soprattutto se sfregato, favorisce la formazione di carica elettrostatica. Questo spiega perché in inverno, a contatto con superfici metalliche, è molto più facile prendere la cosiddetta scossa. Discorso che vale anche per i capelli, in grado di assorbire questa energia elettrica e letteralmente sollevarsi, andando a rovinare le nostre acconciature.

Come disfarsi dei capelli elettrici

Andiamo dunque a scoprire qualche rimedio per contrastare l’elettricità. Innanzitutto ricorrere regolarmente a balsami, maschere e altri prodotti per capelli aiuta a prevenire l’accumulo di energia elettrostatica. Questo perché i prodotti sopracitati forniscono una sorta di schermo ai nostri capelli, rendendo più difficile la penetrazione dell’elettricità al suo interno.

Attenzione alla pettinatura

Un’accortezza da prendere se si vuole evitare questo problema è non ricorrere all’uso di pettini in plastica. Questo materiale è infatti un ottimo conduttore e favorisce la formazione di elettricità, usate quindi pettini e spazzole in fibre naturali. Meglio poi riporre anche la piastra, dato che un capello sotto stress e temperature elevate risulta molto più esposto. Stesso discorso per l’asciugatura. Se avete un phon regolabile, meglio asciugare la vostra chioma con delle temperature medie o basse, per evitare lo choc termico dell’aria calda. Anche bagnare i capelli può essere un rimedio efficace, utile soprattutto a contrastare l’effetto elettrizzato.

I prodotti per il lavaggio dei capelli

Il periodo che dall’autunno ci accompagna all’inverno si caratterizza per una maggiore untuosità dei capelli. Questo fenomeno si spiega con la produzione in quantità superiore di sebo da parte delle ghiandole sebacee, che in questo particolare momento dell’anno risulta più prolifico. Capita dunque di lavarsi i capelli più spesso per eliminare quella sensazione poco piacevole di unto e sporco. Chi soffre di capelli elettrici dovrebbe però evitare di lavare tutti i giorni i capelli, limitandosi a due o tre volte la settimana. Una frequenza eccessiva nel lavaggio stimola infatti la permeabilità del capello, molto più predisposto ad attrarre elettricità. Attenzione anche al tipo di shampoo che usate. Una formula aggressiva tende a far sfibrare la capigliatura. In questo modo liberarsi del problema dell’energia elettrostatica risulta molto più difficile. Un consiglio per limitare i lavaggi è quello di ricorrere ad un fedele alleato. Si tratta dello shampoo secco, che pulisce la chioma senza bisogno di ricorrere all’acqua.

Rimedi rapidi in caso di emergenza

Un altro espediente al quale potete ricorrere per togliere l’elettricità statica dai capelli è applicare un po’ di lacca sul pettine o sulla spazzola, e poi passarla sui capelli. Attenzione alle quantità, siate parsimoniose! Infine, se proprio siete in situazione di emergenza il consiglio che vi diamo è di applicare pochissima crema per il corpo (ma vanno bene anche quelle per mani o viso) e passarla delicatamente tra i capelli. Anche qui attenzione a non esagerare, il risultato che vogliamo non è certo avere capelli unti e sporchi!